I look slanciati di Mariano Fortuny e Issey Miyake

La domanda se l’alta moda debba rispondere a criteri artistici o alla praticità aleggia da anni sull’industria della moda senza mai trovare realmente una risposta. Mentre alcuni designer hanno optato per progetti più concettuali, altri preferiscono il classicismo e i materiali.

La plissettatura fine è stata un buon esempio di creazione di qualcosa con scopi pratici, ma che trascende anche il funzionale, consentendo al designer di usare la propria immaginazione per esplorare le possibilità del vestito e portare una qualità tridimensionale all’aspetto solitamente piatto delle pieghe

I primi esperimenti nella creazione di abiti finemente plissettati sono avvenuti a Venezia all’inizio del XX secolo, da Mariano Fortuny. È stato ispirato da una varietà di culture e periodi storici liberamente combinati, principalmente

basato su tuniche greche antiche e cantieri di seta pieghettata riccamente colorata in lunghi abiti a tubino chiamati “Delphos”. Sulla sua tecnica, brevettata nel 1909 ma mai realmente rivelata, si è ipotizzato che la seta fosse pieghettata quando era bagnata e cucita tenesse le pieghe in posizione durante il processo di riscaldamento. Sappiamo che sono stati utilizzati anche tubi orizzontali riscaldati per aggiungere ondulazione al tessuto già pieghettato

L’uso della plissettatura conferiva al tessuto una qualità elastica, in modo che senza l’uso di pinces o pannelli sagomati, l’abito si sarebbe attaccato alle curve del corpo. C’era anche una sorta di sistema di carrucole nascoste per chiudere gli indumenti, che prevedeva lacci e pesanti perline veneziane di vetro come contrappesi

In sostanza, uno stile molto simile di piega sottile viene utilizzato nella collezione Pleats Please di Issey Miyake. Una delle principali differenze nella tecnica tra Fortuny e Miyake, a parte il fatto che i processi odierni sarebbero molto più automatizzati, è che le pieghe di Issey Miyake utilizzano un tessuto che è 100% poliestere invece del 100% seta. Questa è la differenza tra l’utilizzo di una fibra sintetica che ha qualità termoplastiche e l’utilizzo di una fibra naturale che non le possiede. La termoplastica è effettivamente la capacità di una fibra di essere modellata dal calore e dalla pressione e di mantenere successivamente la sua forma. Soprattutto dopo che il tessuto è stato lavato. Il motivo per cui molte delle eccentriche trame di tessuto e degli stili di pieghettatura di oggi sono realizzati in sintetico è dovuto a questa qualità

Miyake ha iniziato i suoi esperimenti con la plissettatura fine nel 1988 ei primi pezzi sono apparsi nella sua collezione primavera-estate 1989. A differenza di Fortuny e altri, Miyake ha progettato prima la forma del capo e poi ha plissettato la forma finita. Il metodo convenzionale era l’opposto: piega il tessuto e poi taglialo in base al disegno.

Mariano Fortuny e Issey Miyake, sebbene in periodi di tempo diversi, hanno dimostrato che l’abbigliamento può essere sia funzionale che elegante, pur rimanendo astratto e intellettuale e, in un certo senso, liberando le donne dalla costrizione dell’abbigliamento classico.

Lascia un commento

Ricevi un avviso Ti informeremo quando il prodotto arriverà in magazzino. Per favore lascia il tuo indirizzo email valido qui sotto.